Pulire il vetro del caminetto

Per la pulizia del vetro del caminetto o della stufa esistono in commercio vari prodotti, più o meno costosi, sono in pratica dei detersivi che spruzzati sciolgono la fuliggine che successivamente viene asportata con uno straccio o carta.

Molti clienti utilizzano un metodo più “naturale”, uno straccio inumidito viene intinto nella cenere bianca, che contiene un parente della soda caustica, e strofinato sul vetro ottengono lo stesso risultato, a patto che si esegua la pulizia ogni giorno, cosi da non permettere alla fuliggine di incrostarsi.

Il vantaggio è che non vi sarà colatura del detersivo sulla guarnizione bassa della porta, che data la corrosività dei prodotti in commercio tenderà a rovinarsi in breve tempo, a volte trovo corrosa anche la porta.

Eventuali residui di catrame o di plastica bruciata, come quando si tocca il vetro bollente con un tessuto acrilico, si posso asportare usando una lametta da barba a mò di spatola.

Indietro


Un po’ di storiamenu_4.html