Perchè pulire le canne fumarie


Ogni caminetto o stufa deve essere collegato ad un impianto fumario che di fatto è il motore di questo "sistema", i fumi caldi salendo lungo il camino creano il tiraggio necessario a far entrare nel focolare dalle apposite aperture, l'aria necessaria alla combustione. Le incrostazioni ed i depositi della fuliggine lungo la canna fumaria quando superano un certo spessore creano molta resistenza, va da sè che minore è la resistenza che incontrano salendo maggiore è il tiraggio.


Per questo motivo una canna fumaria efficiente è il presupposto indispensabile per un corretto funzionamento dell'impianto, sia dal punto di vista del rendimento che della qualità dell'aria dell'ambiente dove la stufa o il caminetto sono installati. Infatti ogni qual volta si apre la porta della stufa per effettuare la carica della legna una piccola parte di fumo refluisce nella stanza, se la canna tira bene sarà una parte davvero minima, se invece ci sono difficoltà di tiraggio la quantità di fumo che fuoriesce può essere considerevole sporcando così oltre che le pareti ed il soffitto anche i nostri polmoni.


Nel caso di un caminetto a focolare aperto la situazione è molto simile in quanto al peggioramento del tiraggio equivale un progressivo aumento del fumo che saltuariamente può fuoriuscire dalla cappa, magari in corrispondenza di un colpo di vento, oppure al calo della fiamma dopo aver caricato un bel ciocco di legna. Nel caso delle stufe a pellet, che vanno sempre collegate ad una canna fumaria, le cose sono un pò diverse in quanto durante il funzionamento non è necessario aprire la porta per caricare la legna e l'afflusso di aria comburente e regolato da un ventilatore elettrico che aiuta anche il tiraggio, tuttavia queste stufe sono dotate di sonde che rilevano l'efficienza del camino ed intervengono spegnendo al stufa qualora non funzioni come dovuto, l'ottima qualità della combustione renderà meno frequente la periodicità della pulizia ma sarà comunque necessaria al fine di assicurare un sereno funzionamento durante il periodo invernale.


E' assolutamente svantaggioso utilizzare legna umida perchè l'acqua in essa contenuta deve evaporare prima che possa incendiarsi, così facendo sottrae una considerevole quantità di energia dal focolare che non può essere quindi utilizzata per scaldare l'ambiente, e successivamente se la temperatura della parete interna della canna fumaria è troppo bassa oppure la percentuale di umidità nei fumi è elevata, il vapore condensa e bagna la fuliggine trasformandola nelle famigerata fuliggine catramizzata principale causa dell'incendio delle canne fumarie che spesso produce seri danni alle murature. Raramente è possibile rimuovere completamente il catrame con la spazzolatura meccanica.

Indietro


Un po’ di storiamenu_2.html